Burbas Blog News
Image

Divieto degli aromi in America, e i suoi primi effetti
  •  
  •  54 Comments on facebook

Divieto degli aromi in America, e i suoi primi effetti Il numero di studenti delle scuole superiori che ha dichiarato di utilizzare sigarette elettroniche è sceso al 10 percento nella primavera di quest'anno, rispetto al 14 percento dell'anno scorso, secondo i risultati di un'indagine annuale pubblicata giovedì scorso dagli enti federali per la salute.

L'uso delle sigarette elettroniche è aumentato leggermente tra gli studenti delle scuole medie, passando al 4.6 percento quest'anno dal 3.3 percento nel 2022. L'uso delle sigarette tradizionali tra gli studenti delle scuole superiori è rimasto a un minimo storico, inferiore al 2 percento.

La diminuzione dei tassi di utilizzo delle sigarette elettroniche tra gli studenti delle scuole superiori è stata "incoraggiante", ha dichiarato Linda Neff, un'ufficiale dei Centri per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie e autrice principale del più recente rapporto dell'indagine. Tuttavia, ha aggiunto che i risultati per gli adolescenti più grandi sono stati mitigati da piccoli aumenti nel numero di studenti delle scuole medie che segnalano l'uso del tabacco. Cos'è dietro questi numeri: Le restrizioni sui sapori possono aver avuto un effetto.

Una cosa è chiara riguardo all'uso di sigarette elettroniche da parte dei giovani: gli adolescenti amano i sapori. Circa il 90 percento degli studenti che hanno dichiarato di utilizzare sigarette elettroniche ha affermato di usare prodotti aromatizzati, citando preferenze per gusti che assomigliano a frutta e caramelle.

Gli adolescenti hanno individuato Elf Bar ed Esco Bar come i loro marchi preferiti, noti per sapori come fragola-kiwi e anguria ghiacciata.

Gli attivisti per la salute pubblica in California hanno riconosciuto l'attrattiva di questi sapori, portando a una lunga battaglia per approvare una legge contro i prodotti del tabacco aromatizzati, che è entrata in vigore a dicembre. Questo ha rapidamente portato a una diminuzione delle vendite, secondo i dati della Fondazione C.D.C. Da dicembre 2022 a giugno di quest'anno, le vendite di sigarette elettroniche aromatizzate sono diminuite di quasi il 70 percento, passando da circa 575.000 a circa 179.000 vapes o ricariche.

Il divieto ha sicuramente reso più difficile per i giovani acquistare sigarette elettroniche in California, dove bisogna avere almeno 21 anni per acquistare prodotti del tabacco.

Gli esperti di salute pubblica hanno collegato anche altri divieti a livello statale e locale sui sapori e campagne informative alla diminuzione del tasso di utilizzo di sigarette elettroniche tra gli studenti delle scuole superiori, che è il più basso da quasi un decennio. E qualche anno fa, sotto pressione pubblica, Juul, che era stata una delle marche più popolari, ha ritirato dalla vendita la maggior parte dei suoi sapori.

L'indagine è stata condotta in circa 180 scuole in tutto il paese ed è stata pubblicata dai Centri per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie e dalla Food and Drug Administration. L'indagine ha riportato l'uso di sigarette elettroniche negli ultimi 30 giorni, ma non includeva informazioni specifiche per lo stato.

In totale, circa 2,1 milioni di studenti delle scuole medie e superiori hanno dichiarato di utilizzare sigarette elettroniche, in calo rispetto ai 2,5 milioni dell'anno scorso. Tuttavia, le indagini condotte in alcuni anni precedenti, dopo il picco della crisi delle sigarette elettroniche nel 2019, hanno riportato cautela nel confrontare rigorosamente i dati anno dopo anno a causa delle condizioni legate alla pandemia, quando gli studenti erano a scuola solo a tratti.

Perché è importante: Gli studi individuano i rischi per la salute legati all'uso di sigarette elettroniche per gli adolescenti.

Le autorità federali che regolamentano le sigarette elettroniche vedono il loro utilizzo come un aiuto per aiutare i fumatori adulti a smettere di fumare sigarette tradizionali, date le ben note rischi di cancro.

Tuttavia, l'uso di sigarette elettroniche è diventato estremamente popolare anche tra i non fumatori. Circa il 40 percento delle persone che utilizzano sigarette elettroniche ha meno di 25 anni, tra cui molti che hanno iniziato quando Juul è stato introdotto per la prima volta. La maggior parte di questi giovani non aveva mai fumato prima di passare alle sigarette elettroniche, secondo i C.D.C.

Gli effetti sulla salute sono ormai ben noti. Uno studio recente dell'Università della California del Sud ha evidenziato la tossicità delle sostanze chimiche nelle sigarette elettroniche e ha inviato questionari agli adolescenti che usavano questi prodotti. Lo studio ha riscontrato significativi aumenti nei sintomi di respiro affannoso, dispnea e bronchite. Molti esperti hanno espresso preoccupazioni riguardo agli effetti dell'abitudine alla nicotina sul cervello in sviluppo degli adolescenti.

Cosa succederà dopo: Un divieto proposto per il mentolo e un rafforzamento dei controlli sulle importazioni illegali.

La Food and Drug Administration (F.D.A.) sta procedendo verso un divieto delle sigarette al mentolo e sta avanzando una proposta per abbassare drasticamente i livelli di nicotina nelle sigarette. Questo ha portato le aziende del tabacco tradizionale ad abbracciare le vendite di sigarette elettroniche come il futuro del mercato per compensare il declino generale delle vendite di sigarette.

Tuttavia, queste aziende, insieme a molti legislatori al Congresso e a gruppi anti-fumo, sostengono di essere sconcertate per quello che considerano un'applicazione lasca da parte della F.D.A. Mentre l'agenzia ha autorizzato la vendita di circa una ventina di prodotti per sigarette elettroniche, migliaia di sigarette elettroniche aromatizzate illegali e dai colori vivaci hanno invaso il paese e sono tra i prodotti più venduti.

La F.D.A. ha dichiarato che continuerà con i suoi sforzi di applicazione della legge, compreso il divieto di importazione dei prodotti Elf Bar ed Esco Bar e le multe per i rivenditori che continuano a venderli. L'agenzia ha inviato lettere di avvertimento ai produttori di queste sigarette elettroniche e a molti altri.

Brian King, capo della divisione tabacco della F.D.A., ha accolto positivamente i risultati, ma ha dichiarato: "Non possiamo riposarci sugli allori. C'è ancora molto da fare per costruire su questo progresso."

La dottoressa Neff ha affermato che la sua agenzia deve capire meglio perché c'è stato un aumento piccolo ma significativo nell'uso di qualsiasi prodotto del tabacco da parte degli studenti delle scuole medie, che è passato al 6.6 percento quest'anno dal 4.5 percento dell'anno

Image
By Giuliana Verri www.burbas.it.it
Giuliana è una blogger appassionata che si dedica a fornire aggiornamenti e news sul mondo delle sigarette elettroniche. Con la sua esperienza e conoscenza, tiene informati i lettori sulle ultime novità del settore.
share this post

Se ti piace quello che abbiamo pubblicato, non esitare a condividerlo con gli amici!